Komos & Co. 2014

Un luogo accogliente nel cuore di Bologna dove ascoltare i programmi musicali interessanti e fuori dagli schemi nell’atmosfera intima e rilassata di una serata fra amici, in cui sia possibile un vero dialogo tra musicisti e ascoltatori. Questa è la semplice idea che guida la rassegna Komos & Co., che quest’anno giunge alla sua quarta edizione, grazie alla grande ospitalità della Chiesa Evangelica Metodista di Bologna e Modena e al lavoro dei volontari della nostra associazione, ma soprattutto della generosità degli artisti coinvolti.

«Il campo privilegiato rimane quello del “barocco”, di cui l’edizione 2014 traccia una mappa ideale. Dalle tenebre della cella di Ferrara in cui Torquato Tasso scriveva la sua Gerusalemme Liberata, che ascolteremo sia nella recitazione dell’attore Massimiliano Briarava che nelle interpretazioni di alcuni dei maggiori compositori del Seicento, intonate dal soprano Elena Bernardi con Alessandro Di Giusto (viola da gamba) e Mario Sollazzo (cembalo) (11 novembre) si passa alla luce accecante delle strade di Napoli del concerto dell’eclettica Federica Doniselli (21 novembre), accompagnata da una clavicembalista d’eccezione come Maria Luisa Baldassari e dell’esplosivo polistrumentista Fabio Tricomi. Due gli appuntamenti dedicati alla musica sacra del Settecento: il concerto del 7 novembre ci porta a Parigi con l’emozionante spiritualità delle celebri tre Leçons de ténèbres di Couperin per due soprani e basso continuo (Vittoria Giacobazzi e Anna Rita Pili, accompagnate dalle tastiere di Paola Barbieri, dalla tiorba di Elisa La Marca e dalla viola da gamba di Stefania Pozzi), mentre il 18 novembre l’inarrestabile sete di conoscenza di Jolando Scarpa, organista titolare della Chiesa Evangelica Metodista di Bologna e Modena, ci guiderà in un tour appassionante attraverso manoscritti da lui riscoperti nelle biblioteche di tutta Europa. Per celebrare il 300esimo anniversario della sua nascita, il 15 novembre il clavicembalista Giovanni Paganelli, la flautista Giulia Baracani e la violinista Eugenia Lentini cureranno un approfondimento particolare su C. P. E. Bach (1714-1788), molto più che “uno dei figli di Bach”, un compositore visionario ed avanguardista che Mozart e Beethoven consideravano un modello imprescindibile.» Paolo V. Montanari (Direttore Artistico Komos & Co.)

Non mancherà naturalmente un evento con il nostro Coro Komos, che il 9 novembre ha invitato il Coro “Giuliano del Chiaro” di Poggibonsi e l’ensemble bolognese Armonici senza filo per una grande festa corale.

Tutti i concerti hanno luogo nella Chiesa Evangelica Metodista, in via G. Venezian, 1 – Bologna.

Ingresso libero

Scarica il pieghevole della rassegna: 


 

001